Loading...
STORIA DEL MANICOMIO 2017-09-13T17:12:36+00:00

STORIA DEL MANICOMIO

E’ una notte buia e silenziosa quella che circonda il manicomio di Collegno…

Nella struttura, fiore all’occhiello della medicina anni ’10, gli infermieri passeggiano all’interno del padiglione dei «furiosi» scambiandosi  a bassa voce poche battute, per evitare di svegliare i pazienti che dormono legati alle brande…

…Quella sera di luglio del 1912, però, le lunghe braccia stipate di letti sono già da anni un centro dove si curano (ma molto spesso si rinchiudono e basta) persone affette da malattie mentali: ci sono i «maniaci», i «turbolenti», i «furiosi», e poi ci sono i «pazzi criminali». Loro in un’ala separata destinata ai «matti» dove le autorità hanno deciso di rinchiuderli in seguito a episodi di violenza o ad «atti criminosi».

Allo scoccare delle due di notte il silenzio si rompe. Dalle finestre iniziano a sentirsi delle grida lontane, minacciose. I secondini che vigilano nei padiglioni non riescono a capire cosa stia succedendo ma man mano che passa il tempo gli urli si fanno sempre più acuti: tanto forti da svegliare gli ospiti del braccio in cui sono in servizio gli infermieri e da spingere anche loro, di rimando, a gridare forsennatamente. Nel raccontare l’inizio di quella che sarebbe stata la più grande rivolta avvenuta nel manicomio di Collegno il cronista de La Stampa scriveva: «Così per un momento tutti gli echi dell’edificio risuonarono tragicamente, come, se per qualche forza occulta mille spiriti infernali fossero stati scatenati alla battaglia».

«Quattro guardiani di servizio, giunti trafelati, un dopo l’altro nelle sale della direzione, tanta era la paura che ancora li faceva tremare che non seppero raccontare con parole sconnesse e assai monche l’accaduto ».

A mezzanotte il campanile della chiesa aveva suonato i suoi rintocchi.
Dall’ala dove erano rinchiusi i criminali, in risposta, si iniziarono ad udire lo sbattere di ciotole contro le pareti… Era il segnale che annunciava la rivolta.
Alcuni dei secondini, non appena avevano visto una fiumana di internati correre verso di loro, erano riusciti a scappare dall’edificio. Gli altri rimasti indietro, invece, finirono prigionieri dei rivoltosi…

Da qui ebbe inizio la storia della più famosa e cruenta rivolta al Manicomio di Collegno, ma dall’anima di questi rivoltosi che partiremo per farvi rivivere le emozioni di PSYCHO Halloween.